PARIS FASHION WEEK

La tempesta techno-parisienne di Balenciaga

Demna Gvasalia dimostra ancora una volta la sua capacità di pensare out of the box. Lontano da logiche prettamente business, disegna per Balenciaga una collezione che combina rigore strutturale e gioco sensoriale informale, per modernizzare uno stile parigino senza compromessi.


Come di consueto, Balenciaga interpretato da Gvasalia tende a uno stile fuori dalle regole, come nei capispalla con colli maestosi e rigidità improvvise.


Lo show inizia su una pedana quadrata, sotto un soffitto di lampi di luce che illuminano a scatti gli abiti, ricreando un cielo in tempesta, mentre una surreale musica techno prende il sopravvento, fino a toni sincopati che introducono alle atmosfere notturne di un disco-club. 


La collezione si concede qualche vezzo di styling, come il collo a barca con inserto rigido, che dona tridimensionalità all’abito e alla maglia ma senza eccedere.


Gli outfit alternano silhouette molto femminili, negli abiti bon ton con enormi fiocchi, ad altre più maschili, come nei cappotti couture, con spalle e schiena importanti. 


La palette non volge mai troppo al chiaro, ad eccezione di alcuni capi in rosso. Non c'è spazio per i colori intermedi e l'indecisione: fanno bella mostra di sé il verde mela, il giallo e il fucsia, che mano a mano stempera nel nero.


A colpire di più sono gli accessori: dalle catene street appese al collo con la maxi lettera “B” alle borse, che in questa collezione diventano buste per lo shopping da portare a mano o a tracolla, fino alle clutch cosparse di piume fucsia, da portare sottobraccio.

a.c.

PARIS WOMEN FW 19-20: BALENCIAGA



stats