paris fashion week

Loewe: l'immaginario iconografico della Spagna

La collezione autunno-inverno 20/21 di Loewe ruota intorno al piacere di giocare con la moda. Guardando al passato glorioso dell'iconografia spagnola e ai dipinti di Velázquez, Jonathan Anderson, direttore creativo della maison, sperimenta silhouette e texture per creare forme esagerate che risultano tanto maestose quanto spettacolari, per comunicare che la moda non è altro che un divertimento gioioso, talvolta manifestato in un contesto surreale.

Pezzi sobri, accostati allo sfarzo, vanno a costruire un guardaroba studiato minuziosamente attraverso le giustapposizioni dei tessuti portate all’estremo, con la fusione di ruvidezza e lucentezza, opulenza e utilità.

Citazioni military, ma sdrammatizzate per renderle cool, danno vita ad iconici coat con balze o rendigote di pelle.

Gli abiti hanno un sapore d'antan. Opulenti nelle dimensioni, sfiorano il corpo e si appoggiano sul punto vita sia nella versione con corpetti lisci, a contrasto cromatico, che in quella con esplosioni di volume nei drappeggi. 

Ricercate lavorazioni eseguite dal ceramista giapponese Takuro Kuwata, finalista del Loewe Craft Prize 2018, enfatizzano il mood di alcuni dress grazie a speciali applicazioni di placche o con ciondoli e charms.

Pelle scamosciata e vitello danno vita a sandali, ballerine con clip gioiello e anche sneaker. È questa la scelta in fatto di accessori in casa Loewe: oggetti del desiderio che si distinguono per il rapporto con la tradizione artigianale e l’uso intenso e personale del colore.

a.c.

PARIS WOMEN FW 20-21: LOEWE



stats