PARIS FASHION WEEK

Nina Ricci: il gusto over del tailoring

Per il prossimo autunno inverno i due nuovi direttori creativi di Nina Ricci, Rushemy Botter e Lisi Herrerbrugh puntano su una couture che ragiona per addizione, fino ad arrivare a un tailoring ingigantito e ai gown aerei. Parola chiave, maxi volumi.

Ricorrente è il gioco di proporzioni, con la parte sopra generalmente più corta, tanto da lasciar scoperta la vita, coperta da ruche che diventano aeree e leggerissime.

Tutti i materiali sono semitrasparenti e impalpabili come veli, mentre il tailoring della maison viene attualizzato con l’aggiunta di asimmetrie negli abiti o di anelli metallici come decorazioni, oppure unendo pannelli sovrapposti nei pantaloni.

Fra i cromatismi, il bianco si sposa con colori estremamente scuri come il nero, prendendosi anche una rivincita nei grafismi ottici. Da notare anche la presenza del giallo limone, del verde e del blu elettrico.

Il duo di designer ha traslato lo chic francese in una collezione moderna, che riesce a rispettare i canoni della griffe e ha le carte in regola per essere di nuovo competitiva sul mercato del fashion. 

a.c.

PARIS WOMEN FW 19-20: NINA RICCI



stats