PARIS FASHION WEEK

Stella McCartney: forza, dolcezza e sostenibilità

La collezione prêt-à-porter inverno 2019/2020 di Stella McCartney riflette una donna dalla forte personalità, portando a un livello superiore il tipico contrasto tra forza e dolcezza e volgendo lo sguardo «a coloro che abbiamo amato, amiamo e ameremo nel passato, nel presente e nel futuro».

Paladina della moda sostenibile, la designer ha recentemente lanciato la campagna social #ThereSheGrows, per attirare l’attenzione sul parco nazionale di Leuser a Sumatra: un'antica foresta pluviale, emblema della biodiversità, che va salvata a partire dai piccoli gesti.

Attraverso un tam tam sui social ha chiesto a tutti, in primis le celebrities, di dedicare un albero a una persona speciale e di invitare gli amici a fare altrettanto. Un appello che oggi ha rinnovato agli ospiti del suo fashion show. Lei stessa ha dedicato una pianta alla madre Linda, morta nel 1998 a soli 57 anni, e fatto una donazione a Canopy, associazione che difende le foreste del pianeta.

In passerella hanno sfilato nuove silhouette, caratterizzata da un approfondito lavoro sulla struttura di abiti e capispalla, evidenziata a volte dalle spalle marcate e altre da fluide sovrapposizioni, con influssi dello stile Northern Soul per lui e per lei.

La donna e l’uomo di Stella McCartney si contendono l'abbigliamento utility che entra in gioco in varie forme, più o meno esplicite, partendo dall'all-in-one femminile in kaki scuro e dal cappotto oversize femminile color sabbia, con una spalla tagliata. Lo stesso tema è declinato in chiave maschile, con eleganti inserti di nylon nero.

Elementi metallici a forma di cerchio su pantaloni e soprabiti sono un richiamo all’impegno di Stella a favore dell’economia circolare. 

Un tessuto vintage trapuntato, impreziosito con linee grafiche ricamate dall’illusione di un crochet disordinato da indossare, mette in evidenza la decostruzione e ricostruzione di abiti e giacche monocromatiche. Intanto l'abito upcycled multicolore viene realizzato con T-shirt vintage strappate, annodate e lavorate a maglia.

Nel menswear si fa notare un cappotto militare upcycled, realizzato con un mix di pannelli cerati. Innovativo è lo jacquard, che nella tonalità bordeaux-marrone si trasforma in un coat fur free.

La palette cromatica è una ricca combinazione di tonalità classiche, dal color biscotto, fino al nero, al grigio e a nuance come il verde bottiglia e il bordeaux. Sprazzi di blu, rosa, giallo e terra di Siena aggiungono un tono giocoso alla collezione.

Nelle scarpe, il comune denominatore è l'utilizzo della gomma negli stivali aderenti con plateau alti fino al ginocchio, a loro volta sia per l'uomo che per la donna.

Modelli caratterizzati da suole in gomma naturale dal taglio scultoreo e inserti in Yulex, un'alternativa vegetale al neoprene.

Tocco finale le borse-cilindro con logo perforato, disponibili nei formati oversize e mini.

a.c.

PARIS WOMEN FW 19-20: STELLA MCCARTNEY



stats