Paris fashion week

Valentino: il potere dell’essenza

Il processo creativo di Pierpaolo Piccioli per Valentino conduce alla purezza come sintesi consapevole e rimozione intenzionale di ciò che eccede.

Piccioli sa che gli spazi vuoti non sono mancanza di contenuto, anzi lasciano trapelare allusioni e portano là dove si celano l’identità e la profondità di ogni persona.

Da questa riflessione emerge una collezione che emana chiarezza, dove le silhouette asciutte e fluide - anche al maschile - si amalgamano con i codici romantici della griffe.

Questi ultimi si ritrovano in abiti in chiffon, ruche, fiocchi, tagli, paillettes e piume, che talvolta abbelliscono i revers di capispalla.

I corsetti si evolvono in canottiere, gli abiti in felpe: tutto è all’insegna dell’azzeramento di ogni abbondanza.

Un linguaggio nuovo della haute couture viene tramutato in alfabeto del ready-to wear, per riprodurre un’immagine libera da ogni struttura e interrogarsi sulla relazione tra il corpo e la personalità.

Non a caso Pierpaolo Piccioli intitola la collezione Unboxing. «Quando apri qualcosa - spiega - hai una percezione personale di ciò che c'è dentro».

Questa percezione essenziale tocca anche il concetto del colore, prerogativa dello stile del designer. Si abbandona il monocromatico PinkPP - un pantone di fucsia inedito, che abbiamo visto nella collezione di alta moda - per privilegiare blocchi monocromi di giallo, verde, albicocca e soprattutto rosso Valentino, per unire il passato al presente.

Tra il pubblico Zendaya e Naomi Campbell (nella foto sopra), insieme a Brooklyn Beckham, Erykah Badu, Amina Muaddi, Gilda Ambrosio, Sita Abellan, Bryan Boy, Tina Kunakey, Nicola Pelz e molti altri vip.

Al di là delle celebrities, anche gli allievi di diversi istituti francesi (École Duperré, Esmod Paris, Institute Français de la Mode, Istituto Marangoni Paris e Parsons Paris) sono stati invitati a vivere l'experienza dello show presso il Carreau du Temple.

Si è trattato di uno "scambio creativo", visto che l'École Duperré ha riservato alla maison alcuni spazi per il backstage della sfilata.

Grazie a un’azione di giving back, la scuola avrà a disposizione risorse supplementari per promuovere il talento degli studenti, soprattutto quelli in difficoltà economiche. 

a.c.

PARIS WOMEN SS 2023: VALENTINO


stats