Paris fashion week

Andreas Kronthaler per Vivienne Westwood: inno alla libertà e all'arte del riciclo

La produzione stilistica di  Andreas Kronthaler per Vivienne Westwood verte sempre su un concetto fondamentale, al quale lui si dedica da decenni con l'amore e la passione, per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema del rispetto e della cura dell'ambiente.

Così nella collezione presentata a Parigi, vengono recuperate e riciclate stoffe che Kronthaler ha raccolto un periodo di 30 anni, insieme ai tessuti dipinti a mano, provenienti dal Burkina Faso: scelti per lo spettacolo, sono un rimando al lavoro dello stilista e della moglie e musa a fianco delle Nazioni Unite in Africa.

Un impegno che si mescola con un omaggio ai ricordi del villaggio dove il designer è nato, dove si confezionano le pantofole da casa, create per accompagnare questa collezione.

Sfilano abiti vissuti senza costrizioni, né forme rigide di alcun tipo. Il sartoriale acquista fantasia e immaginazione, gestito nella più completa libertà e declinazione in giacche dai revers importanti, con una solida struttura e spalle decise.

I capi hanno un'anima tendenzialmente unisex e possono essere indossati da lei rubandoli a lui o viceversa. Sono anche trasformabili: il maglione dalle forme avvolgenti, con maniche a sbuffo, Si può fare un copricapo, ottenendo un effetto Hijab perfetto per l'uomo.

Abbondano il check, le frange, le righe verticali. Tra le borse in passerella shopper predominanole in maxi dimensioni, alternate ai  mini marsupi  da portare agganciati in vita. Per chi preferisce le medie dimensioni, non mancano le borse di forma rettangolare, da portare a mano.

Sneaker e stivali con suola carrarmato si alternano a décolleté in tessuto check dalle lucentezze glossy. Non passano inosservate le open-toe con plateau in sughero. 

Esagerare, riciclare, sperimentare: per Andreas e Vivienne la moda non è (solo) esibizione, ma ancora una volta messaggio, di impegno e libertà.

a.c.

PARIS WOMEN FW 19-20: VIVIENNE WESTWOOD


 

stats