Paris Haute Couture

Christian Dior: un viaggio esoterico fra tarocchi e amuleti

Scrutare l’ignoto e contemporaneamente dentro se stessi senza paura: queste le chiavi d’accesso al mondo magico della collezione haute couture primavera estate 2021 di Christian Dior, disegnata da Maria Grazia Chiuri.

Ispirandosi alla bellezza misteriosa e sfaccettata dei tarocchi e delle arti divinatorie, dei segni e degli amuleti, spesso evocati dallo stesso Monsieur Dior, Chiuri sperimenta attraverso dei virtuosismi costruttivi una serie di abiti che definiscono la couture come sintesi di un’arte magica, dove tutto è possibile.

Ancora una volta in questo viaggio verso l’esoterico vi è il regista Matteo Garrone, che attinge alla potenza visiva dei tarocchi viscontei. Si tratta del mazzo dei tarocchi miniati da Bonifacio Bembo per i duchi di Milano verso la metà del secolo XV, e che diventa il racconto meraviglioso della collezione.

È un viaggio all’interno di un castello popolato da una serie di figure che sono impronta degli arcani maggiori, che pongono questioni, disorientano, invitano a guardare il mondo usando un punto di vista diverso. Fino ad arrivare ai quei mondi incantati tanto cari al regista: una nuova mitologia araldica, con il superamento dei generi e la sintesi di maschile e femminile.

La storia comincia con una ragazza (Agnese Claisse, attrice e cantante figlia di Laura Morante) che si fa leggere le carte da un'anziana signora. "Che cosa vuoi sapere?", chiede la cartomante. "Chi sono?", risponde la ragazza. 

E qui che comincia il sogno, con montaggi astratti di abiti e di colori: dal corpetto che è una sorta di bassorilievo traforato, impreziosito dai disegni di Pietro Ruffo al grigio Dior declinato su il tweed, cachemire e organze, che diventano abiti, camicie, gonne, pantaloni e mantelle, fino alla giacca Bar in velluto nero, che grazie a una nuova bombatura esprime una nuova attitude.

Un catalogo di possibili abiti che vestono la Papessa, L’imperatrice, La Giustizia e il Matto diventando una sequenza visuale che si dispiega in un repertorio di un savoir-faire intriso della sapienza artigianale delle tessiture, dei pizzi con intarsi di elementi decorativi dipinti a mano, dei velluti dorati animati dai segni zodiacali.

a.c.
stats