paris haute couture

Giorgio Armani Privé: il fascino dell'Oriente

Si sa da sempre che Giorgio Armani è uno spirito libero e un grande viaggiatore.

Una delle sue mete preferite, già dagli anni ’80 di edonismo puro, è l’Oriente, che ha conquistato lo stilista con il mistero e un fascino che nelle sue creazioni ha lasciato il segno.

Mondi lontani, trasformati con un gesto di inclusione in abiti dalle geometrie concettuali e da una splendente follia cromatica e decorativa, che hanno incantato e incantano milioni di donne.

La collezione Giorgio Armani Privé, presentata a Parigi durante le giornate dell’haute couture, è un viaggio dell'immaginazione che riporta alla ribalta le suggestioni di questi universi lontani, ridisegnando con garbo e sapienza i confini del gusto.

Questa magia si trasforma in ricami, stampe e intarsi che si sciolgono nell'impalpabile leggerezza del tulle ricoperto di cristalli, o nel lento e sensuale movimento di lunghi fili lucenti di perline per definire gonne e piccole giacche dalle proporzioni accurate, che disegnano il busto.

La palette cromatica parte da nuance dominanti, come il verde pavone, il bluette, il fucsia, il rosso e il nero, spesso uniti a contrasto con la delicatezza dei colori corda e del beige, per piccoli e sofisticati completi da giorno.

Modelli che rappresentano capolavori di manualità, alla base del continuo dialogo di Re Giorgio con l’universo femminile.

a.c.

PARIS HAUTE COUTURE SS 2020: GIORGIO ARMANI PRIVE


stats