HAUTE COUTURE

L'estate libera di Chanel

Balli, libertà e feste serali estive, per celebrare più che mai il senso della famiglia e dei suoi valori, perché la maison Chanel è un grande nucleo familiare dove si creano abiti con cura per rendere bella ogni donna.

Nel Grand Palais, simbolo della moda parigina e costruito per l’esposizione universale del 1900, Virginie Viard immagina un corteo di donne che entrano in uno spazio, in cui campeggiano degli archi fioriti e dove ad attenderle ci sono alcune selezionate amiche del brand e testimonial famose che si alternano nei contenuti social o nelle campagne pubblicitarie: da Penelope Cruz a Izïa Higelin, da Marion Cotillard a Lily-Rose Depp, da Vanessa Paradis a Joana Preiss, e infine Alma Jodorowsky, uniche ospiti dello show.

Come un vecchio album fotografico parte il racconto dei ricordi attraverso la lente del fotografo, regista e grafico olandese Anton Corbijn, che ha anche disegnato una serie di copertine per incorniciare la colonna sonora dell’evento digitale.

Ed ecco gli abiti che tutte le donne desiderano indossare: 32 look resi speciali grazie anche alle partecipazioni di alcuni Métiers d'art, come l’Atelier Montex, che ha realizzato il macramè ricamato di un abito lungo in tulle grigio perla, e la Maison Lemariè, che ha impreziosito le balze di organza di un tubino in tweed nero con delicate piume.

PARIS HAUTE COUTURE SS 2021: CHANEL


Il movimento e il gioco di una danza estiva sono illustrati attraverso i tailleur pantalone, la cui giacca si ispira ai gilet maschili di ballerini di tango. Ispirazione che si ritrova nelle scarpe bicolore Mary-Jane con doppio cinturino o negli stivaletti con zeppa decorati da una sottile griglia dorata simile a una trapunta.

Tornano le lunghe gonne removibili in pizzo di margherite bianche, che liberano le gambe, e portate aperte su abiti dello stesso pizzo con mantella integrata, mentre le sottovesti in movimento, dalle balze di crêpe georgette a balze su un abito rosa pallido, sono accompagnate da un bolero interamente arruffato.

Come ogni grande finale di una festa, appare la sposa, come in una fotografia degli anni Venti, che arriva al centro della passerella su un cavallo bianco, indossando un lungo abito in crêpe di raso écru con strascico, ricamato da Lesage con strass e farfalle di perle, e decorato da un colletto ad ali e polsini, come quelli di una camicia.

a.c.
stats