pitti uomo 92

Ied e Lindsay Kemp: spettacolo finale ispirato al teatro Kabuki

In occasione del 92esimo Pitti Uomo, l'artista inglese Lindsay Kemp (nella foto) è stato ospite dell’Istituto Europeo di Design dal 12 al 15 giugno per un workshop ispirato al teatro Kabuki. Oggi (15 giugno) alle 15 l'evento finale, nel chiostro del Museo Novecento, nell’ambito di Secret Florence 2017.

 

Il workshop ha coinvolto 40 studenti di Ied che, sotto la guida di Kemp e la supervisione di Giovanni Ottonello, art director dell'istituo, hanno creato i costumi per l’evento, grazie a tessuti e prodotti provenienti da aziende del territorio comasco e toscano.

 

In particolare, le seterie Argenti di Como, azienda storica che produce e vende nel mondo circa 3,5 milioni di metri l’anno di tessuti per abbigliamento donna, hanno stampato su tessuto duchesse i disegni di Linsday Kemp, mentre un'altra realtà comasca, For.Tex, parte del gruppo Epson, pioniere della stampa digitale su tessuto, ha stampato 300 bandane.

 

La performance finale - che coinvolge alcuni interpreti di Kemp (Daniela Maccari e Alessandro Pucci) e lo stesso artista come protagonista - va in scena oggi alle 15 presso il Chiostro del Museo Novecento di Firenze. Gli studenti coinvolti nella realizzazione dei costumi prendono parte all’evento indossando i loro lavori.

 

Lo spettacolo “Kemp Dreams Kabuki Courtesans” è un evento semi-improvvisato: Kemp e i danzatori evocano la figura di Okuni, fondatrice del kabuki, che interagisce con i giovani designer-modelli-cortigiane. Ad accompagnare il maestro dal vivo è Joji Hirota, musicista giapponese che per anni ha lavorato con l'iconico mimo, performer, coreografo e ballerino oggi 79enne, e che duetta con lui attraverso percussione, flauto e canto.

 

Presso la sede di Ied Firenze (Via M. Bufalini 6r) è stata allestita una mostra dei disegni su seta realizzati da Kemp, che diventerà poi itinerante.

 

stats