pitti uomo 96

Salvatore Ferragamo: il casual sartoriale sfila in Piazza della Signoria

Un esercizio di stile declinato tanto sulla pelle, quanto sui tessuti, ha caratterizzato la prima collezione maschile di Salvatore Ferragamo sotto la direzione creativa di Paul Andrew, che ha sfilato a Firenze in piazza della Signoria, davanti alla Fontana del Nettuno e al 'Biancone' di Donatello, tornato visibile a marzo dopo il restauro costato 1,8 milioni di euro alla maison Ferragamo tramite Art Bonus.

Il designer ha ricostruito i codici del menswear tradizionale, per esprimere uno stile fresco e giovane. Il parka prende il posto del classico blazer, il jeans cinque tasche è in pelle e il pantalone ha un fit morbido. La giacca sartoriale è interpretata in chiave sportiva, con accenti utility.

In sintonia il casting della sfilata, che includeva icone come l'art director e designer Peter Saville e il chairman di Sotheby’s Michael Berger-Sandhofer insieme a celebri volti di oggi, tra cui Hero Fiennes-Tiffin e Josh Lucas, e a una schiera di top model, a sottolineare l’attuale riflesso variegato della nuova direzione estetica e del vestire maschile, che si libera da rigide regole di stile.

Un arcobaleno di colori naturali si è aperto a incursioni nei toni del rosa caramella, del verde menta e del blu oltremare, dettando le regole del look di un uomo forte e sicuro di sé, che ha vissuto, amato e sembra possedere la saggezza dell’esperienza.

Un ruolo chiave viene giocato dall’innovazione sui materiali, come la nappa accoppiata al jersey di cotone, il gabardine in lino tecnico, il mohair di lana, la pelle di cervo e il camoscio, questi ultimi lavorati con interventi tecnologici che li rendono sottilissimi.

Speciali intrecci e ricami in raffia collegano la donna all’universo maschile, affermando il ruolo fondamentale dell’artigianalità come origine e cuore pulsante della maison.

Le nuove borse e gli zaini in pelle sottolineano il lusso in una dimensione minimal e workear.

Intanto l'unione tra high tech e high craft si conferma nelle sneaker di pelle, con citazioni dell'iconico modello Rainbow, ideato da Salvatore Ferragamo nel 1938 per l’attrice Judy Garland. In primo piano dunque le espadrillas con zeppa di vari colori e una serie di sandali in suede con laccio intercambiabile, ispirati al modello Kimo del 1951.

Una collezione che fa chiarezza in un momento difficile per la moda maschile, rivelando una visione ancora più forte di una maison che rappresenta ancora oggi l’eredità di una visione multiculturale e multigenerazionale. 

a.c.

PITTI UOMO 96: SALVATORE FERRAGAMO



stats