pitti uomo

Gucci Garden: in attesa dell'opening, indiscrezioni sul menu di Bottura

Si inaugura il 10 gennaio a Palazzo della Mercanzia di Firenze il Gucci Garden: uno spazio polivalente sul quale si sa ancora poco, se non che oltre a ospitare un'area museale a cura di Maria Luisa Frisa, uno store di prodotti in edizione unica e l'archivio della maison sarà dotato della Gucci Osteria da 35 coperti, esclusa la terrazza, gestita da Massimo Bottura. Circolano le prime indiscrezioni sui piatti nel menu.

 

Secondo corriere.it, lo chef pluripremiato - e con tre stelle Michelin al proprio attivo - punterà su rimandi alla tradizione toscana (pare che stia sperimentando un hot dog di chianina) e sul suo "piatto del cuore", i tortellini, senza tralasciare una sua personale rilettura degli spaghetti di mezzanotte.

 

Non mancheranno gli influssi esotici: infatti, a dargli man forte in quella che è la sua prima avventura al di fuori dell'Osteria Francescana di Modena - se si escludono i "refettori" che ha allestito a scopo benefico a Milano, Rio e Londra - sarà la cuoca di origine colombiana Ana Karime Lopez Kondo, coadiuvata dal vice chef Mattia Agazzi di Bergamo e da una maître di sala brasiliana.

 

Oltre ad arrivare dal Central di Lima, ristorante rinomato in tutto il Sudamerica e non solo, Ana è sposata con il sous chef di Bottura, Taka Kondo.

 

A lui, come si legge sul sito, sarà dedicato un pane a vapore con pancia di maiale e salsa piccante, chiamato Taka-ban, che farà parte di un'alchimia multietnica di sapori e profumi, con influssi anche da Messico, Cina e Giappone, ferma restando la matrice "made in Italy" di fondo. Da bere, vini prevalentemente italiani e francesi (nella foto, Bottura, Alessandro Michele e Marco Bizzarri - suo amico da molto prima che iniziasse il progetto fiorentino -, in un'immagine dall'account Instagram dello chef).

 

stats