pitti uomo

Karl Lagerfeld a Firenze per ricevere il Fiorino d'Oro

Non si era fatto vedere l'altro ieri all'inaugurazione della retrospettiva fotografica Vision of Fashion a Palazzo Pitti, ma già allora circolava l'indiscrezione che Karl Lagerfeld si sarebbe palesato a Firenze oggi, 16 giugno. Voce confermata: Kaiser Karl riceve stasera la massima onorificenza cittadina, il Fiorino d'Oro.

 

Preceduto da un cocktail, l'arrivo dell'iconico fashion designer a Palazzo Pitti è previsto intorno alle 19/19.15.

 

La motivazione del premio, che gli viene consegnato dal sindaco Dario Nardella, è che Lagerfeld «è uno spirito libero e razionale, che non smette d'interrogare il mondo e neppure se stesso, uno straordinario ingegno eclettico, che la moda condivide con molte altre discipline culturali e artistiche: stilista, fotografo, editore, designer, illustratore, regista, scenografo e costumista».

 

«Il suo stile inconfondibile - si legge - si è formato nel cuore d’Europa, tra la Germania, dove è nato, la Francia e l'Italia e corrisponde esattamente alla sua figura di uomo colto, cosmopolita e plurilingue».

 

La sua moda viene descritta come «precisa e sperimentale, interessata alle contaminazioni di genere e dedita alla cura di ogni dettaglio». Un'impostazione che «ha aperto nuove e feconde prospettive alle prestigiose maison per cui tuttora Karl Lagerfeld lavora, dopo decenni di grande successo».

 

L'Italia e Firenze sono punti di riferimento importanti per il vulcanico Karl, ultraottantenne con l'energia creativa di un giovane, «grazie alla presenza di aziende artigiane e saperi manifatturieri di alta qualità, oltre che di grandi istituzioni artistiche».

 

«Firenze - conclude il comunicato - che ha tenuto a battesimo il made in Italy e che adesso si colloca tra le capitali della moda internazionale, gli offre il suo riconoscimento più alto e lo invita a considerarla "casa" per affinità elettive.

 

«Lo fa infatti, non a caso, nell’occasione in cui una grande mostra di fotografie di moda, all'interno di uno dei luoghi museali simbolo della città e della storia dell’arte, mostra a tutto il mondo la capacità di Karl Lagerfeld di rappresentare la semplice complessità della natura umana» (nella foto, un self portrait di Lagerfeld).

 

stats