pitti uomo

Save the Duck ingaggia Christopher Raeburn per la luxury capsule Recycle

Big happening ieri sera (11 gennaio) alla Limonaia di Villa Vittoria per Save the Duck, che ha celebrato il lancio della capsule Recycle, firmata in tandem con il designer britannico Christopher Raeburn. «Una collaborazione - ha detto Nicolas Bargi - che inaugura un nuovo cammino nel segmento luxury».

 

Recycle è un progetto uomo caratterizzato dalla trasformazione, dall’adattamento, dal riciclo e dalla tecnologia, elementi imprescindibili alla vita che diventano essenziali anche a livello "urban", secondo la visione green oriented di Raeburn e Save the Duck.

 

Protagonisti sei pezzi unisex, con ingredienti riciclati: i tessuti, le imbottiture, le zip. Il military recycle tipico di Raeburn diventa patchwork e crea un piumino-non piumino, sulla scia della mission animal friendly sposata da Save the Duck.

 

«La capsule con Christopher Raeburn - spiega a fashionmagazine.it Nicolas Bargi, fondatore del brand ed esponente della terza generazione dell'azienda milanese Forest - segna la strada dei prossimi anni».

 

«D'ora in avanti - precisa - ogni anno sceglieremo un diverso stilista di prime linee, che ci permetta di inoltrarci in un segmento per noi inconsueto, quello del lusso. Per Save the Duck, che è uno sportswear brand di fascia alta, ma con un prezzo democratico, rappresenta una possibilità di upgrading in mondi più sofisticati, che gli aprirà le porte dei luxury shop. Siamo convinti di avere la risposta giusta per chi, in questo target di mercato, ama un prodotto green».

 

La capsule sarà commercializzata da Tomorrow, attraverso le sue showroom di Milano e Parigi. «In tutto - informa Bargi - saranno interessati circa 150 multimarca top level, come Colette, Neiman Marcus, Isetan, Antonia, LuisaViaRoma, per citarne alcuni. Naturalmente cambia anche il prezzo, che al pubblico andrà con una cifra compresa tra i 400 e gli 800 euro».

 

stats