pitti uomo

Suburbia: la periferia cool secondo Gosha Rubchinskiy

Designer, fotografo e videomaker, Gosha Rubchinskiy porta un po' di soviet a Firenze. Alla Manifattura Tabacchi ieri sera (15 giugno) lo stilista russo, special guest di Pitti Uomo, ha firmato uno show dedicato a un "suburban boy", che mescola un pizzico di nostalgia post sovietica all'heritage made in Italy attraverso la collaborazione con marchi come Robe di Kappa, Fila, Sergio Tacchini, Superga e un tributo a Pier Paolo Pasolini.

 

«Firenze come a Mosca» ha raccontato alla stampa Gosha Rubchinskiy, spiegando che questa volta è stato realizzato via Instagram e ha portato a Firenze giovani da tutta Europa per indossare i 30 look di una collezione che mixa rétro e sportwear.

 

«Con tutto quello che sta succedendo in Russia e Gran Bretagna - ha affermato Gosha - penso che abbiamo bisogno di stare più vicini, e la moda può essere un buon strumento di unione».

 

I 30 ragazzi che per l'occasione hanno messo sotto scacco la Manifattura Tabacchi fanno parte di una banda di periferia e indossano tute sintetiche, felpe con cappuccio e pantaloni in denim, che hanno reso famoso il designer "protetto" di Comme des Garçons.

 

Molti pezzi sono stati fatti in collaborazione con le etichette iconiche degli anni Novanta come Sergio Tacchini, Fila, Kappa, Superga ma anche Levi's. Ma in pedana Gosha ha dato prova di sapere ammaestrare anche il tailoring, con tute boxy-gessate, che sembravano rubate al guardaroba del padre.

 

stats