polemiche

"L'Aids è di moda": Donatella Versace si dissocia

Continua la polemica innescata dalla campagna scelta da Convivio per pubblicizzare la prossima edizione della mostra-mercato benefica a favore di Anlaids, con lo slogan "L'Aids è di moda". Donatella Versace, che nella locandina compare con Franca Sozzani, si dissocia.

 

In una nota d'agenzia la stilista fa sapere di non aver mai dato l'autorizzazione a quella campagna, che «non condivido. La mia lotta all'Aids continua con immutato impegno e con i mezzi e le parole più idonei».

 

Nessun dietrofront, invece, per Franca Sozzani: «È giusto suscitare interesse - ribadisce - perché dieci malati al giorno in Italia non sono pochi».

 

Come ricorda la locandina che ha scatenato gli strali della Rete, l'Aids continua a mietere vittime, nonostante stia "passando di moda": 120mila le persone sieropositive e 4mila i nuovi casi di contagio ogni anno.

 

La direttrice di Vogue Italia conferma che l'immagine di Donatella Versace verrà ritirata: «C'è stata un'incomprensione nella comunicazione prima del lancio della campagna - dichiara -. Donatella sostiene Convivio e la lotta all'Aids, ma questo non era il suo messaggio».

 

Nata nel 1992 da un’idea di Gianni Versace, l'iniziativa benefica ha cadenza biennale: la prossima edizione si terrà a Fieramilanocity dall'8 al 12 giugno.

 

stats