pre-collection FW 2020/2021

Moschino sfila per la prima volta a New York

Filtrato dal mood scanzonato e irriverente di Jeremy Scott, il tema conduttore della pre-collezione donna e uomo autunno 2020/2021 di Moschino è New York, la città che non dorme mai.

«Pensando a questo scenario, ho voluto rappresentare un po’ di tutto - ha affermato Scott dietro le quinte prima dell’inizio dello show - con una serie di completi adatti a ogni momento della giornata, per ragazze e ragazzi metropolitani, che non hanno paura di passare dalla sala da ballo ai club privati, per poi vedere il sole che sorge sull'East River. 
Non c'è nessun altro posto al mondo in cui puoi trovare questo tipo di magia ed energia».

Insolita la location, il New York Transit Museum: situato nel quartiere di Brooklyn, ripercorre la storia dei trasporti newyorkesi e si trova a due miglia dalla Pratt University, scuola di arte e design dove Jeremy ha studiato e si è laureato nel 1992.

In un inusuale mix di stili, che spaziano dal prestigio dei quartieri alti ai leather bar nel Lower East Side, la collezione celebra l’umorismo irreverente di Moschino attraverso sovrapposizioni e giochi di lunghezze.

I volumi e le forme vengono esaltati in un gioco di slim e over. Le giacche a vento color block, assieme ai giubbotti imbottiti XXXXXXL, reinterpretano lo street style anni ’90 di Harlem.

L’omaggio al mondo del Financial District si esprime nella grisaglia trasformata in tute con pantaloni larghi, mentre il tweed tipico della Madison Avenue è tagliato e cucito con il denim di Williamsburg.

Spazio anche alle stampe stereo, che ricordano un’epoca analogica, quando nell’afa estiva i newyorkesi erano soliti sedersi sulle scalinate d'ingresso ad ascoltare le canzoni delle estati passate. La sera si ammanta delle texture riflettenti di abiti argentei, che richiamano i riflessi delle architetture urbane verso l’imbrunire.

Gli accessori sono naturalmente urban, ma anche dark street grazie all’uso del nero unito al rosso e alla moltitudine di zip e tocchi gold abbaglianti. Cinghie in pelle e collari effetto bondage richiamano i combattenti di alcuni cartoni animati della Marvel nella città di Gotham City, resa famosa da Batman e Joker.

Tra gli accessori spiccano i baseball cap trasformati in borse e gli accendini giganti stile “Bic”, che suggeriscono le forme di evening bag abbastanza ampie da contenere non solo un pacchetto di sigarette, ma un’intera stecca.

Tra le scarpe fanno bella mostra di sé grossi stivali o cuissard con lacci da trekking, insieme a décolleté dalla punta in oro. In alternativa, combat boot rigorosamente neri o in versione camouflage, quando non si concedono un lampo accecante di oro.

a.c.

PRE-COLLECTION FW 2020/2021 IN NEW YORK : MOSCHINO



stats