pre-collezione autunno-inverno 2019/2020

Moschino: prima volta a Roma, tra Fellini e Caracalla reloaded

Satyricon, 8 e 1/2, Casanova, Roma, La Dolce Vita: la sfilata della pre-collezione autunno-inverno 2019/2020 donna e uomo di Moschino ha preso spunto dagli archetipi felliniani. Come sfondo le Terme di Caracalla, ricostruite a Cinecittà e trasformate in una sala da ballo.

Non solo il Maestro della cinematografia italiana come fonte di ispirazione per il direttore creativo Jeremy Scott: forte il rimando anche all'antica Roma, nei cappotti in tweed spigato con ricami di lettere latine, nelle antiche iscrizioni e creature mitologiche che rivivono sulle stampe foulard rosse e blu, nelle fasce di raso giallo e oro che ricordano le antiche tavolette cesellate.

Le antiche armature da centurione vengono reinventate e mixate con l'eveningwear per la donna e con lo sportswear per l'uomo.

WOMEN & MEN FW 2019/2020 : MOSCHINO




Nel tourbillon di uscite si mischiano dunque le atmosfere di via Veneto negli anni ruggenti di Aïché Nana, gli antichi fasti capitolini e accenni ai preziosi abiti da corte della nobiltà italiana, con Fellini, le sue atmosfere, anche le sue esagerazioni, come costante punto di riferimento.

I parka e i bomber imbottiti, trapuntati e remixati riportano prepotentemente nella contemporaneità, mentre l'esibizionismo stempera nell'ironia nelle tute ornate di gioielli e ricami in oro metallizzato, che danno vita a luccicanti "scheletri", mettendo in bella vista costole e femori.

«Non si ricercano esagerata frivolezza ed emotività - si legge in una nota della griffe nell'orbita del Gruppo Aeffe - ma l’obiettivo è unicamente quello di ispirare e affascinare». 

a.b.
stats