pre-collezione FW 2022

Burberry svela i primi look del progetto creativo Friends and Family insieme a Lea T

La pre-collezione autunno-inverno 2022 di Burberry è la prima della nuova serie creativa Friends and Family in cui Riccardo Tisci, direttore creativo della maison, collaborerà con personaggi provenienti da background differenti.

«Ho deciso di aprire la mia pre-collezione a una nuova voce creativa a ogni stagione, qualcuno di speciale per me anche a livello personale», commenta Tisci.

«Creatività - aggiunge - significa libertà, empatia e comunicazione. È la tua voce, la tua identità, qualcosa dentro di te che vuoi condividere con gli altri. Mi ha entusiasmato l'idea di una conversazione frutto dell'incontro tra mondi creativi e di un'inedita interpretazione della mia identità».

Per questa collezione Riccardo ha chiesto a Lea T - partner di lunga data e parte della famiglia Burberry, presente sia nelle campagne che nello show della primavera-estate 2021 - di ideare silhouette oversize con dettagli ricostruiti, ispirate a un’interpretazione giovane e fresca dei canoni classici di Burberry.

«La creatività è strettamente legata a ciò che ci circonda e alle nostre passioni - spiega Lea T -. Tutto questo ci porta ad ampliare i confini della nostra mente ed esplorare creativamente l'espressione di noi stessi. Questa è una delle sfide più importanti e profonde che abbiamo in questa vita, perché ha a che fare con il coraggio e la forza di cui hai bisogno per essere in grado di capire chi sei».

«Lavoro con Riccardo da molti anni - prosegue - e questa è stata una grande esperienza, perché Family and Friends mette in risalto brillantemente le persone che circondano il creatore di questi abiti. In questo modo, Riccardo si spoglia del suo ruolo abituale e condivide una nuova interpretazione con qualcuno a lui vicino, rispettando la sua visione».

La maison dimostra di essere ormai pronta verso una svolta moderna, andando oltre i propri codici: un impegno che si traduce nelle camicie a maniche corte in twill di seta, nelle T-shirt sulle quali sono raffigurate le isole britanniche, nel globo specchiato e nelle mappe con stampe monogram che scivolano sulle ampie gonne di lana. Presenti anche i temi dell’unione e della libertà, della natura e della vita all’aria aperta, espressi attraverso la fluidità degli abiti e le stampe geometriche che reinventano le giacche.

«Oggi Burberry - conclude Lea T - è come una grande finestra, un luogo dove puoi essere libero di costruire e uno spazio per creare cose meravigliose. Ripercorrendo la storia del marchio vedo cose interessanti, che possono essere legate alla vita urbana, ma anche al desiderio di chi fugge nei meravigliosi boschi dell'Inghilterra. È proprio il rispetto di questo mondo e della sua natura che ho voluto esplorare, anche al di fuori dei canoni creati dalla società in cui viviamo. Nella vita è essenziale osare, purché si assecondi sempre la propria natura».

a.c.

stats