preview mipel

Palazzo Morando ospita il 13 febbraio “Inside out. The social life of bags”

“Inside out. The social life of bags” è il titolo della mostra che apre a Palazzo Morando di Milano il 13 febbraio in occasione di Mipel (12-15 febbraio): un viaggio nella storia della borsa dagli anni Cinquanta a oggi, che è anche un viaggio nella storia delle donne e dell'Italia.

 

Promossa da Aimpes con il supporto del Mise e dell’Ice e patrocinata dal Comune, l’esposizione - curata da Fabiana Giacomotti - mira a valorizzare il design delle borse italiane insieme alla loro funzione e a evidenziare lo speciale rapporto fra la donna e questo indispensabile accessorio moda e la sua evoluzione.

 

L’iniziativa prosegue l’esperienza di “Mipel in città”, avviata in occasione della scorsa edizione del salone delle borse e della pelletteria e volta a offrire un momento culturale di rilievo a Milano durante la manifestazione.

 

«Organizzare una mostra è stata un’evoluzione naturale del progetto “Mipel in città” - afferma Riccardo Braccialini, presidente di Aimpes -. Mipel non è più solo una fiera di settore ma rappresenta un vero e proprio contenitore per la valorizzazione della cultura e dell’artigianalità legate al made in Italy».

 

L’exhibition raccoglie 45 borse iconiche, rappresentative per forma e design del momento storico in cui sono nate, insieme a libri e oggetti che hanno contenuto anno dopo anno, contrassegnando vari periodi, dai primi anni Cinquanta a oggi.

 

La mostra è stata resa possibile dalla disponibilità di archivi d’impresa e musei, ma anche di collezionisti privati e dal team di Mipel. Inedita la forma e lo stile del catalogo: un mazzo di carte per giocare al “Mercante in fiera”, in cui borse e simboli si legano secondo la creatività e l’estro pittorico dell’illustratore Federico Bassi. Un oggetto, realizzato in tiratura limitata di soli duecento esemplari, destinato a diventare esso stesso una chicca per collezionisti.

 

 

stats