realizzato con la fibra high-tech Emana

Rocco Siffredi: con Vman lancia l'intimo ad alta prestazione

È passato quasi un anno da quando Leonardo Tano, figlio di Rocco Siffredi, è stato scelto da Massimo Giorgetti come testimonial della linea Msgm Underwear, senza contare la sua prima volta in passerella per questa griffe lo scorso giugno.

Ora scende in campo il padre, lanciando il marchio di intimo maschile Vman by Rocco Siffredi, progettato e distribuito dalla romana Mobiweb, con la produzione affidata al calzificio Eire di Mantova.

Il punto di partenza è un boxer: «non un boxer qualunque», come specifica un comunicato. Infatti, scegliendo come testimonial un uomo che «meglio di ogni altro può certificare l'efficacia di questo prodotto», nasce un modello made in Italy realizzato con Emana, fibra arricchita da cristalli minerali bioattivi integrati, che assorbe il calore del corpo per restituirlo sotto forma di Fir (Far Infrared Rays).

Questi ultimi stimolano la microcircolazione sanguigna e mantengono dilatati i vasi capillari, «favorendo il livello delle prestazioni», mentre le microsezioni del tessuto garantiscono un effetto push up. Per non farsi mancare nulla, c'è pure un tocco di ginseng, sotto forma di essenza energizzante.

Il messaggio è chiaro: con Vman tutti possono essere Rocco Siffredi. Il quale, nella campagna di lancio, gioca ancora una volta la carta dell'ironia mescolata al sex appeal, sfoderando sguardi ammiccanti ed esibendo un fisico invidiabile per i suoi 55 anni.

In vendita sul sito vmanboxer.com, Vman by Rocco Siffredi non tralascia l'ambiente: certificato Oeko-Tex Standard 100, utilizza tinte conformi alle direttive del procedimento Detox di Greenpeace e un packaging in cartone riciclabile. Della serie seduzione sì, ma nell'era di Greta Thunberg ci vuole anche altro per conquistare il pubblico, soprattutto dei giovanissimi.

a.b.
stats