resort 2018

Philipp Plein sfila co-ed nella sua Jungle du Roi a Cannes: «Ecco la Pleinland»

Per Philipp Plein, quello di ieri sera (24 maggio) a Cannes, è stato un doppio appuntamento speciale: la sfilata con la prima collezione cruise e la sua Jungle du Roi a Cannes come inedito palcoscenico. «Questa è la mia oasi felice», dice il designer, che ha anche presentato una capsule con il graffiti artist Alec Monopoly.

 

«Aprire le porte della mia casa alla gente - ha commentato Philipp Plein - è una nuova esperienza. È una cosa molto personale, perché quando incontri qualcuno per la prima volta non riesci a conoscerlo a fondo, ma se vai a casa sua...è lì che scopri la sua vera essenza».

 

Il designer e il suo team hanno lavorato e vissuto nella Jungle du Roi per oltre un mese mentre mettevano a punto la collezione, che riflette l'atmosfera e i colori del giardino: «Quando ho comprato questa casa nel 2012 - racconta Plein - era tutto selvaggio, una vera e propria giungla. Da qui il suo nome. Questo è il posto dove vengo per evadere, quando ho bisogno di una boccata d'aria fresca e di rilassarmi».

 

A entrare in quella che lo stilista chiama la «Pleinland», tra palme e banani, sono stati 250 selezionatissimi ospiti, con Paris Hilton, Sofia Richie, Jeremy Meeks e la star della boxe Floyd "Money" Mayweather saliti in passerella come modelli d'eccezione.

 

In pedana una street couture che abbina pezzi glamourous con felpe, bomber in pelliccia con cappuccio e giacche in pelle, jeans a zampa d'elefante, stivali over-knee in pitone, borse in rettile e giacche militari vintage decorate con lo slogan "Lui le ha offerto il mondo...lei ha risposto che ce l'aveva già».

 

Echi punk e mood rilassato per il menswear, che fa ruotare gli outfit intorno al denim, vera e propria uniforme dell'uomo Philipp Plein con giacche e jeans strappati, borchiati, dipinti, decorati o con patch, abbinati a maglioni in lana e pantaloni della tuta in jersey.

 

Insieme alla resort 2018, la villa sulla Costa Azzurra è stata anche teatro per la capsule frutto del sodalizio con Alec Monopoly (nella foto): capi art-à-porter, tra cui felpe, giacche e tute decorate con il volto del suo storico personaggio con cilindro e il simbolo del dollaro.

 

stats