settimana dell'alta moda a parigi

Atelier Versace: modernità sofisticata

«Mi appassiona l'eleganza sofisticata delle donne di oggi. La collezione Atelier Versace parla della loro forza e del loro fascino»: queste le parole di Donatella Versace a margine della sfilata parigina dell'haute couture, che si è svolta ieri 3 luglio. In passerella abiti frutto di una vera "ingegneria dell'intarsio" e una nuova attenzione ai capispalla.

 

Come ha precisato la stilista, in questa collezione si incontrano energia pura e sperimentazione, con duchesse di seta drappeggiata che "ruotano" intorno al corpo, valorizzandolo, giochi di drappeggi, plissettature e pieghe studiate per esprimere una sintesi di fluidità e controllo delle forme.

 

Non solo abiti da sera: si avverte una rinnovata attenzione all'abbigliamento da giorno, se pure sontuoso e per pochissime, rappresentato dalle giacche che cadono volutamente oltre le spalle, dai pantaloni di taglio slim e dai cappotti in cashmere double o accoppiato con duchesse di seta in contrasto di colore, cosparsi di Swarovski e da portare sopra sensuali sottovesti.

 

Inerpicandosi su tacchi altissimi, sfilano bellissime di diverse generazioni: da Irina Shayk all'ormai onnipresente Bella Hadid, fino a Maria Carla Boscono, Greta Varlese e Karen Elson (nella foto).

 

Naomi Campbell resta a bordo campo: assiste al fashion show in prima fila, accanto a Bradley Coooper e Jennifer Garner.

 

stats