sfilate

Dopo il no di Atene, si fa avanti Agrigento: «Gucci sfili nella valle dei Templi»

Dopo il rifiuto categorico di Atene di affittare il Partenone a Gucci per una sfilata, un’altra città d’arte, Agrigento, apre le porte della sua Valle dei Templi alla casa di moda. La candidatura è arrivata direttamente dal direttore del complesso monumentale: «I templi greci ce li abbiamo anche ad Agrigento. Gucci venga da noi».

 

Dopo che l’Acropoli di Atene ha rifiutato una cifra stellare (si parla di 56 milioni di euro sulla stampa ellenica, informazione seccamente smentita dalla maison) per una sfilata di un quarto d’ora ipotizzata da Gucci, il direttore della Valle dei Templi Giuseppe Parello è pronto a candidarsi al posto del Partenone.

 

Le architetture greche di Agrigento, d’altro canto, sono già un palcoscenico abituale per le grandi iniziative. L'anno scorso Google aveva pagato 100mila euro per realizzare nella Valle dei Templi una cena.

 

Per ora di cifre non se ne parla, prima si dovrebbe capire se Gucci e Alessandro Michele avranno intenzione di accettare l'invito.


Nella foto, Agrigento, il Tempio della Concordia (courtesy of Assessorato dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana).

 

stats