sinergie culturali

Fashion Research Italy: con il Fondo Brandone incontra la Fondazione Antonio Ratti

Fashion Research Italy, il progetto di Alberto Masotti (nella foto) per valorizzare la cultura del made in Italy attraverso l'omonima Fondazione, ha messo a disposizione della mostra Cachemire, il segno in movimento (in programma a Como e Cernobbio dal 18 giugno al 18 settembre) i disegni Paisley del Fondo Brandone.

 

Dall'incontro con la Fondazione Antonio Ratti (FAR) e con le curatrici dell'iniziativa è nato il progetto di individuare, tra le centinaia di migliaia di fantasie a motivo cashmere del Fondo Brandone - acquisito da Fashion Research Italy - quelle che meglio si potessero adattare al percorso espositivo.

 

La mostra, come si legge in un comunicato della realtà bolognese, «ha consentito approfondimenti sui materiali che hanno portato ad esempio a individuare in Ralph Lauren il destinatario di due motivi, la data dell’incisione (1995), il nome della stamperia (Larianella), le varianti colore, nonché tutta una serie di dati di produzione di grande interesse».

 

Mentre, grazie all’appoggio della griffe americana, si stanno cercando i capi col disegno stampato, altri materiali hanno fornito ulteriori spunti.

 

Sul periodico Linea Italiana (una copia della quale è conservata presso la Fondazione Ratti) è apparsa nel 1979 una pubblicità di Oleg Cassini (designer di origine italiana, tra i preferiti da Jacqueline Kennedy), in cui si vedono abiti con i motivi cachemire derivati da due di sei disegni del Fondo Brandone, andati in incisione nel 1978 da Comprint a Como.

 

I materiali (libri incisione e varianti colori) si potranno visionare, in un "puzzle ricomposto", presso villa Sucota, sede della Fondazione Ratti.

 

stats