Stasera l'evento di chiusura

Opulenza, sartorialità e un mix tra sacro e profano: l’omaggio di Dolce&Gabbana alla Sicilia

Un tripudio di decorazioni, ricami e ornamenti barocchi, oro e nero, abiti scultura tra folclore e avantgarde per raccontare il mito della Sicilia, della sua storia, delle sue tradizioni, la sacralità, la magnificenza e il fascino di una terra da sempre fonte di ispirazione per Dolce&Gabbana.

Gli stilisti sono tornati nell’isola a dieci anni di distanza dal loro debutto nell’alta moda: partiti da Taormina nel 2012, hanno girato in lungo e largo l’Italia, per fare a tappa a Napoli, Capri, al Lago di Como e a Venezia e tornare infine nel loro luogo del cuore, questa volta nella città di Siracusa.

Il gran tour siciliano si è aperto venerdì alla Grotta dei Cordari del Parco archeologico della città, dove sono andate in scena le creazioni di Alta Gioielleria. Sabato è stata la volta dello show haute couture (donna), su una monumentale passerella al centro della piazza e con la cattedrale di Siracusa come scenografico sfondo, dove la griffe ha ricreato l’atmosfera di una processione religiosa.

In passerella un insieme di seduzione e pudore, con velette e scialli neri, i tradizionali sexy bustini alla Dolce&Gabbana, ma anche reggicalze in bella vista e simboli iconici come angeli e rose che diventano ricami e virtuosismi scenografici, un excursus tra sacro e profano che rilegge gli stilemi della griffe.

«Siamo voluti tornare in Sicilia, con una sfilata dal forte dna Dolce&Gabbana – hanno spiegato gli stilisti -. Piazza Duomo e il Barocco, Caravaggio, Santa Lucia, l’isola di Ortigia e i suoi tesori, la Grotta dei Cordari, il Teatro Greco e la tragedia antica, l’arte pasticciera, Marzamemi e la leggenda di Calafarina non sono per noi solo siti da visitare e nozioni storiche da leggere sui libri. Nel nostro immaginario tutti questi nomi rappresentano universi infiniti di ispirazione per le linee Alta Moda, Alta Sartoria e Alta Gioielleria. E grazie alla nostra visione, tutti questi elementi continueranno a rifulgere nel sogno delle nostre creazioni sartoriali e dei nostri gioielli, divenendo il simbolo della grande bellezza».


Ad assistere agli eventi una parata di star, da Monica Bellucci con la figlia Deva Cassel a Sharon Stone, da Heidi Klum a Emma Roberts, da Drew Barrymore a Helen Mirren.

Iera sera nel borgo marinaro di Marzamemi è andata in scena la collezione uomo, mentre stasera il tour terminerà a Siracusa per un evento di chiusura al Castello Maniace, la stessa tenuta dove si sono sposati Chiara Ferragni e Fedez.

a.t.
stats