strategie

Il menswear di Givenchy salta la sfilata, in attesa di Clare Waight Keller

Niente sfilata, il prossimo giugno, per l'uomo e la couture firmati Givenchy. La maison presenterà il menswear della primavera-estate 2018, disegnato da un team in-house, con una presentazione. In attesa del debutto del nuovo creative director Clare Waight Keller, che ha assunto ufficialmente l'incarico lo scorso 2 maggio.

 

Cambia il direttore creativo, cambiano le regole. L'ex designer al timone stilistico di Givenchy, Riccardo Tisci, aveva deciso di reintrodurre l'alta moda (rimasta in stand-by per circa due anni) e, a partire dal 2015, di presentarla insieme all'uomo, durante i défilé maschili.

 

Un esperimento che non si ripeterà a Parigi, durante la fashion week dedicata al menswear dal 21 al 25 giugno: la griffe svelerà la collezione spring-summer 2018 ai buyer tramite una semplice presentazione nella sua showroom, dal 27 giugno al primo luglio, e procrastinerà l'appuntamento con l'haute couture.

 

Come scrive wwd.com, il "battesimo" della stilista Clare Waight Keller, nominata lo scorso marzo ed entrata nelle fila del luxury brand circa una settimana fa, sarà alla fashion week francese di ottobre, con la passerella del prêt-à-porter femminile.

 

Quanto all'haute couture, la prima collezione firmata dalla designer inglese sarà a gennaio 2018.

 

A Clare Waight Keller, arruolata da Givenchy lo scorso marzo, è stata affidata la responsabilità creativa di tutte le collezioni: prêt-à-porter donna, uomo, accessori e alta moda.

 

La stilista arriva da Chloé, dove nel corso di sei anni ha scommesso sul dna della griffe, reinterpretando in chiave moderna - e con successo - l’esprit della fondatrice Gaby Aghion.

 

stats