Terza tappa della trilogia romana

L'energia futurista di Laura Biagiotti sfila al Maxxi di Roma

Si è conclusa al Maxxi di Roma la terza tappa della trilogia capitolina, iniziata in piazza del Campidoglio (ispirata al Rinascimento) e proseguita all’Ara Pacis (in omaggio alla Roma augustea), di Laura Biagiotti: protagonista questa volta la collezione Reinventing the Future, ispirata al Futurismo.

«Ho mutuato da mia madre Laura la passione per il Futurismo e per Giacomo Balla, per i colori e le forme energizzanti, per le geniali intuizioni avanguardiste – commenta Lavinia Biagiotti -. Le sollecitazioni futuriste suggeriscono di volgere lo sguardo avanti, atteggiamento più che mai necessario in uno scenario di pandemia globale quale quello che ha segnato in maniera indelebile l’umanità all’inizio degli anni Venti del Terzo Millennio».

In particolare sono le stampe a giocare un ruolo chiave, con la riproduzione del “Bozzetto per sciarpa con linee andamentali” del 1930 di Giacomo Balla, una delle opere del maestro parte della Fondazione Biagiotti-Cigna.

A dividere la scena con i colori accesi tipici del movimento futurista, c’è l’iconico Bianco Biagiotti, «vera e propria confort-zone per riempire di luce e morbidezza le sfide del quotidiano».

Le composizioni di fiori riproducono alcuni disegni degli archivi Biagiotti e raccontano il piacere di vestirsi con petali multicolor anche in contesti formali: blazer, spolverini e pantaloni sartoriali rendono la divisa da lavoro gioiosa e iperfemminile.

La maglieria Biagiotti coniuga arte e artigianato: ne sono un esempio il blazer bianco di cashmere e seta, il maxi pull che riproduce una composizione di trecce, i tagli asimmetrici come lampi di velocità che uniscono maglia e tessuto negli abiti. Nodi e intrecci definiscono la nuova scollatura di spalle e schiena nei vestiti di cashmere dalle nuance accese.

In passerella anche l’étoile Eleonora Abbagnato, con una gonna a ruota che riproduce un maxi fiore, e la figlia Julia Balzaretti, che debutta in pedana insieme a giovanissime fan del marchio, tra cui Vittoria Rosolino, figlia del campione Massimiliano e di Natalia Titova.



A cura della redazione
stats