tessuti

Miroglio Textile investe ancora di più sull'innovazione responsabile

Per Miroglio Textile, di scena in questi giorni a Première Vision, il 2016 è all'insegna di un impegno ancora più forte nell'ambito dell'innovazione responsabile. L'azienda è ormai arrivata a risparmiare circa il 50% di acqua sulle fibre di origine naturale (studio Lca, validato Icea). In altri termini, ogni 100mila metri stampati vengono risparmiati 3,2 milioni di litri rispetto alle procedure tradizionali.

 

Nell'ultimo anno la realtà di Alba - fondata nel 1947 e dotata di un avveniristico reparto, che permette di stampare con tecnologie digitali oltre 50 milioni di metri di tessuto l'anno - ha acquisito nuovi impianti per ridurre l'uso di ausiliari chimici e il recupero di calore ed energia.

 

Come sottolinea Giuseppe Miroglio, presidente di Miroglio Textile, «da un lato difendiamo l'heritage, per trasferire ai clienti l'essenza di ciò che siamo e le radici del nostro saper fare, dall'altro siamo proiettati nel futuro».

 

Fra i temi della collezione primavera-estate 2017 spicca "Blue Decor", all'insegna della freschezza di disegnature tipicamente estive, in un viaggio ideale tra Lisbona e Marrakech che privilegia le viscose, le sete e i voile di cotone.

 

Altre fonti di ispirazione sono l'Africa tribale, il romanticismo delle immagini degli antichi erbari conservati negli archivi Miroglio, il verde tropicale interpretato con tecniche acquarellate. Immancabili il bianco e nero e le microfantasie, che rimandano all'effetto dell'oro lavorato a filigrana.

 

stats