Un biomateriale che piace anche al lusso

Adidas lancia le Stan Smith in pelle ricavata dai funghi

Dal lusso allo sportswear, è boom per la pelle vegetale ricavata dai funghi. Di ieri la notizia che Adidas ha messo a punto un prototipo delle iconiche sneaker Stan Smith con questa speciale eco-pelle ottenuta dal micelio, l'apparato vegetativo del fungo costituito da una rete di filamenti a crescita rapida. Si tratta delle Stan Smith Mylo, che secondo fonti di agenzia dovrebbero entrare in commercio nel giro di un anno.

Fornitore del micelio è Bolt Threads, una start-up californiana impegnata nello sviluppo di materiali naturali per il tessile-moda.

Questo progetto di Adidas è un altro step nell’ottica di proporre prodotti sempre più sostenibili. L’idea del marchio del Trifoglio è quella di utilizzare questo cuoio vegetale anche per altri prodotti. Inoltre le Stan Smith sono già più green del passato, perché da quest’anno contengono il 50% di plastica riciclata.

Nell’ottica di un’economia circolare, nel 2019 Adidas aveva presentato Futurecraft.loop: una scarpa da corsa interamente riciclabile.

Pochi giorni fa, la rivale Nike ha lanciato il programma Nike Refurbished che ricicla e rigenera modelli di sneaker quasi nuove o con piccole imperfezioni per poi rivenderle a prezzi scontati.

Stella McCartney è stata invece la prima casa di moda a impiegare Mylo per la realizzazione di capi di abbigliamento. Si tratta di prototipi - un bustier nero e un paio di pantaloni cargo, che non saranno messi in vendita - ma la stilista britannica intende inserire delle proposte in Mylo nelle prossime collezioni.

La nuova pelle vegetale, su cui stanno investendo in consorzio anche Kering (Gucci, Saint Laurent, Bottega Veneta, Balenciaga, tra i marchi in scuderia) e Lululemon, pare rappresenti un passo in avanti nell’estetica e nella resa dei biomateriali, ma non ha ancora raggiunto una produzione su larga scala. Anche perché nel frattempo stanno emergendo altri player del settore.

Il gruppo francese del lusso Hermès, per esempio, ha deciso di usare la pelle derivata dai miceti Sylvania, sviluppata dalla startup MycoWorks (californiana come Bolt Threads), per il suo modello di borsa da viaggio Victoria. Si preannunciano nuovi sviluppi, inoltre, nell'interior design. 

e.f.
stats