Un nuovo brand di maglieria green

Il Gruppo Kaos debutta a Pitti Uomo nel segno della sostenibilità con Ethic/4 Care For Earth

Nuova freccia all'arco del Gruppo Kaos di Bologna, che affronta il discorso della sostenibilità con una nuova linea di maglieria maschile battezzata Ethic/4 Care for Earth. La collezione, che esordisce a Pitti Uomo nella sezione L'Altro Uomo, si compone di 50 articoli realizzati in pure lane tracciabili e in misti di fibre naturali riciclate. Una proposta mirata a un target alto.

 

Voluta da Marco Calzolari, titolare e direttore creativo del gruppo, la collezione è concepita per salvaguardare la natura e limitare l'impatto ambientale, con una presa di distanza marcata dal mondo delle plastiche. Una linea a cui viene dedicato un sito-vetrina, che debutta nei giorni del salone fiorentino.

 

I capi sono realizzati in filati cardati e pettinate. Alle fibre riciclate come il cashmere, la lana merino e il misto alpaca, si affiancano articoli stampati e bottonati: una varietà di materia prima che consente la scelta tra proposte basic e fashion. Per sottolineare l'approccio etico al prodotto, sui capi basici è stato scelto di apporre un ricamo che evoca il simbolo astronomico della terra.

 

Partita dalla selezione dei filati, l'attenzione alla sostenibilità si traduce anche in un percorso produttivo responsabile, sottoposto alla certificazione di Icea, Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale. Un itinerario che prevede anche la scelta di cartellini in carta riciclata, etichette in cotone bio trattato con poliestere riciclato, un packaging studiato ad hoc e uno stand all'insegna della sostenibilità.

 

«Rivolta a un target alto, la collezione è pensata per un uomo maturo, dai 30 anni in su, attento alle tematiche ambientali oltre che al fashion - racconta Francesca Calzolari, responsabile marketing dell'azienda -. Abbiamo scelto di affidare la distribuzione a un network di agenzie qualificate sul territorio, con una larga porzione della penisola gestita da Alessandro Squarzi Showroom».

 

«Ethic/4 Care for Earth - prosegue Francesca Calzolari - è solo il primo passo verso la sostenibilità. Presto lanceremo un progetto dedicato al mondo femminile, che si rifletterà a cascata su tutto l'universo Kaos. Una novità che annunceremo a breve».

 

A proposito delle altre linee, oggi Kaos è un marchio che identifica una moltitudine di etichette e proposte e con una produzione made in Italy per l'80%, come puntualizza Francesca Calzolari.

 

Alla main line Kaos, nata con l'uomo e oggi fortissima nella donna («Una proposta contemporary a prezzi concorrenziali»), si affiancano Twenty Easy, più fresca e frizzante e la serie Icona, che identifica una proposta di maglieria per una donna adulta. Un universo presente in 800 negozi tra Italia ed estero, più sei store monomarca a Bologna, Firenze, Ferrara, Bari, Reggio Calabria e Como. Un network destinato a crescere.

 

Alla sfera del programmato Marco Calzolari affianca anche due etichette nel mondo del pronto, King Kong e Angela Davis.

c.me.
stats