il ritorno durante la milano digital fashion week

Dolce&Gabbana rientrano nella Camera della Moda e il 15 luglio sfilano in Humanitas

Dolce&Gabbana scelgono la strada dell'unità e della solidarietà, per sostenere il made in Italy e promuoverlo in tempi difficili. Hanno infatti deciso di tornare a far parte della Camera della Moda e di partecipare alla prima edizione della Milano Digital Fashion Week, in programma dal 14 al 17 luglio. Per l'occasione daranno un segnale forte, con una sfilata in programma il 15 luglio alle 17,30 nei giardini dell'Humanitas a Milano, con modelli tutti italiani e la partecipazione su invito.

La location non è casuale, si legge sul Corriere della Sera: «Dolce&Gabbana sostengono l'istituto per la ricerca di Humanitas University diretto dal professor Mantovani, oggi impegnato negli studi sul Covid-19».

Certo, tutto sarà in formato ridotto, con meno capi e meno gente, ma quello che vale per Domenico Dolce Stefano Gabbana è il senso del messaggio, ossia che «l'Italia non si ferma».

«In un momento particolare come questo abbiamo pensato fosse importante e giusto unire le forze. Abbiamo sostenuto il progetto di Camera della Moda Italia We Are With You (che ha permesso di donare alla Protezione Civile macchine respiratorie e altri materiali medici, ndr) e poi abbiamo scelto di far parte della Digital Fashion Week- spiegano i due creativi -.  Queste collaborazioni ci hanno riavvicinato a Camera Moda e rientrare a farne parte è stata una conseguenza naturale».

«Quello di Dolce&Gabbana è un grande ritorno, che rafforza il nostro sistema e la nostra associazione – è il commento di Carlo Capasa, presidente di Cnmi -. Avviene in un momento difficile per la moda ed è figlio del forte legame che hanno gli stilisti con il nostro Paese».

«Oltre alla notevole generosità di cui hanno dato prova in questa pandemia – prosegue Capasa – Domenico e Stefano hanno sempre messo al centro del loro lavoro un rapporto privilegiato con il nostro Paese, promuovendolo attraverso la loro creatività e dimostrando un'attenzione unica per la filiera».

Diverso è l'approccio della griffe ad alta moda, alta sartoria e alta gioielleria: in questo caso, come anticipa il Corriere della Sera, i due creativi hanno scelto la via digitale e si preparano a far girare a giorni delle presentazioni video.  

c.me.
stats