Un software per la progettazione

Con Myr il capo in denim prende vita sul pc. E la sostenibilità ci guadagna

La tecnologia viene in aiuto del denimwear per sveltire il lavoro di progettazione dei capi in un'ottica sostenibile. Si chiama Myr il software che permette agli uffici stile di ottenere un rendering definitivo di un capo denim direttamente sul monitor del pc.

 

Myr contiene oltre 7mila particolari fotografici di effetti di taglio tessuto, patchwork, candeggina, stone wash, che consentono di avere a disposizione sullo schermo del computer un campione di tessuto già trattato. Una soluzione che evita le spese di spedizione delle stoffe campione, il loro lavaggio e successivo trattamento.

 

L'idea è venuta a Umberto Brocchetto, forte di anni di esperienza nel mondo delle tele blu, che lo ha visto per anni nelle fila di Isko, e al co-founder Valter Celato, executive art director dell'agenzia di comunicazione My Moody. Un progetto sviluppato con la collaborazione di un team di tecnici e creativi con un forte know-how nel mondo della moda e della nobilitazione dei tessuti.

 

Myr ha tre ulteriori applicabilità. Myself è un macchinario che può essere inserito nei negozi, per consentire al cliente finale di personalizzare direttamente il capo finale acquistato. Con Myweb il software si può linkare all'e-shop dei marchi, al fine di permettere ai clienti online di customizzare l'articolo acquistato prima del pagamento. Myschool, infine, permette di portare il software nelle scuole di moda, dove può essere condiviso con gli studenti.

c.me.
stats