Un'installazione nello store di Parigi

Pierre-Louis Mascia collabora con Leclaireur per il lancio dell'homewear

Fin dalla prima collezione di sciarpe prodotta da Achille Pinto, l'idea di una collezione di homewear ha sempre attirato e attivato la creatività di Pierre-Louis Mascia. Da allora il brand si è sviluppato vera e propria proposta di lifestyle che include abbigliamento e accessori e, da oggi, la casa.

Quando Armand Hadida, fondatore del gruppo Leclaireur, ha invitato Pierre-Louis Mascia a ospitare il lancio della Collezione Atelier, la storica boutique al 10 di Rue Herold a Parigi è subito apparsa come location perfetta. La mostra resterà aperta da oggi (11 febbraio) fino al 13.

Ispirata all'ultima FW 20/21 – dedicata a racconti di vampiri e castelli isolati in mezzo ai boschi sui Carpazi dove velluto, seta e cashmere sono stampati con le inconfondibili grafiche del graphic designer francese – l’homewear Pierre-Louis Mascia Atelier sarà presentato accanto a una selezione di capi della collezione di abbigliamento, allestita in una installazione site-specific.

Pierre-Louis Mascia ha selezionato opere d’arte e design di un gruppo di designer e artisti con i quali collabora da tempo per allestire lo spazio come un vero e proprio Atelier d’artista dove design e arti applicate trovano spazio e dialogano tra loro.

Gli artisti coinvolti nel progetto sono Alexander Korobov e le sue illustrazioni iper-realistiche, i tappeti eco-friendly e annodati a mano di Atelier Février, i ritratti intimi e le immagini poetiche del fotografo italiano Francesco Brigida, i potenti dipinti naturalistici di Jean-Luc Favéro le sculture aeree e sospese di Marie Christophe.

Pierre-Louis Mascia, formatosi come illustratore, viene da Toulouse in Francia. Ha creato la collezione omonima nel 2007, con la collaborazione dei fratelli Uliassi, proprietari della stamperia serica Achille Pinto di Como.

an.bi.
stats