uno show per vip e grande pubblico

Giada in passerella a Chongqing con Gabriele Colangelo

La moda guarda a Oriente e soprattutto alla Cina: un mercato in continua espansione, tanto da spingere il Governo italiano e quello cinese a firmare una serie di accordi per un totale di sette miliardi di euro nell’ambito del progetto della nuova Via della Seta.

Non sorprende quindi la scelta di Giada: il marchio italiano di Rosanna Daolio - nato nel 2001, ma che nel 2005 ha affidato strategie di marketing e capitali al gruppo cinese RedStone Co Ltd. di Yizheng Zhao - ha fatto sfilare la collezione Fall-Winter 2019 con un ricco show nel cuore di Chongqing, dove ha aperto uno store nel grattacielo più alto della Cina occidentale.

In uno spazio all'aperto, nella zona più ricca della metropoli dove si trova il People's Liberation Monument (che i locali chiamano Jiefangbei), circa 400 ospiti, tra cui vip e stampa, hanno assistito allo spettacolo, insieme a migliaia di persone che hanno potuto vederlo liberamente: un evento eccezionale per l'intera città.

Gli abiti, disegnati da Gabriele Colangelo - direttore creativo dal 2015 - hanno ribadito un approccio sperimentale e uno stile elegante ma essenziale, con un'attenzione speciale al tessuto, in grado di valorizzare ad arte il corpo e le sue forme, valorizzando la materia in un momento in cui anche la moda è ossessionata dall'efficienza digitale.

a.c. e a.b.

stats