Verso spostamenti a emissioni zero

Zegna: auto aziendali green con Stellantis

Car policy più rispettosa dell’ambiente alla Ermenegildo Zegna. Grazie a un accordo con il Gruppo Stellantis il player di abbigliamento maschile da circa 1,1 miliardi di euro di ricavi ha l’obiettivo di passare all’alimentazione green per tutti i veicoli aziendali entro il 2025.

Nel parco auto, attualmente di 200 veicoli, arriveranno vetture ibride plug-in e full electric, al fine di ridurre l'inquinamento atmosferico generato dalle emissioni di anidride carbonica.

In più è previsto che il gruppo piemontese installi colonnine di ricarica in tutte le proprie sedi. I dipendenti beneficeranno di un maggior contributo aziendale sul canone di noleggio per le auto plug-in e full electric. Potranno inoltre eseguire dei test drive sulle nuove vetture e ricevere consigli di guida, per ottimizzare i consumi.

«La qualità dei nostri prodotti non può prescindere dal rispetto della natura - dichiara il ceo Gildo Zegna -. In Zegna la preservazione e la tutela dell’ambiente è un valore fondamentale da oltre 110 anni e continuiamo a impegnarci concretamente per sostenerla» (nella foto, l’Oasi Zegna, parco naturale nelle Alpi Biellesi).

«L’annuncio di oggi - commenta John Elkann, presidente di Stellantis - è un esempio perfetto della capacità di supportare il Gruppo Zegna, con auto ecologiche all’avanguardia verso un obiettivo di emissioni zero per i suoi dipendenti e per la sua supply chain. Oggi, i temi di Environmental, Social e Corporate Governance sono al centro di ogni decisione di gestione responsabile ed è nostro obiettivo comune dimostrare che le aziende ricoprono un ruolo chiave per far fronte al riscaldamento globale».

Recentemente John Elkann ha stretto anche legami più diretti con la moda. Attraverso la holding di famiglia Exor in marzo ha rilevato il 24% della maison di calzature di lusso Christian Louboutin mentre nel 2020 ha investito nel marchio cinese del lusso Shang Xia.

e.f.
stats